Stabile / Immutato

Saint Vincent e Grenadine

Religione

110.000Popolazione

389 Km2Superficie

Leggi il Rapporto
keyboard_arrow_down

homekeyboard_arrow_rightSaint Vincent e Grenadine

Quadro giuridico relativo alla libertà religiosa ed effettiva applicazione

Nel preambolo, la Costituzione [1] afferma che la nazione è fondata sulla fede nella supremazia di Dio e nella dignità dell’uomo.

Nell’articolo 1, la Carta specifica che ognuno ha determinati diritti e libertà fondamentali, tra cui la libertà di coscienza, indipendentemente dalla razza, dal luogo di origine, dalla nascita, dalle opinioni politiche, dal colore, dal credo o dal sesso. Questi diritti e libertà fondamentali sono soggetti al rispetto dei diritti e delle libertà altrui.

Le libertà di coscienza, pensiero, religione e culto sono diritti inviolabili in ogni ambito, in base all’articolo 9, inclusi l’insegnamento, la pratica e l’osservanza religiosa, da soli o con altri, in pubblico o in privato.

In base allo stesso articolo, a meno che non abbia espresso esplicito consenso, nessuno che frequenti un luogo di istruzione, che sia detenuto in carcere o svolga il servizio militare deve essere costretto a ricevere un’educazione religiosa o a partecipare a cerimonie religiose diverse da quelle della propria religione.

L’articolo 9 afferma inoltre che ogni comunità religiosa ha il diritto di istituire e mantenere le proprie istituzioni educative.

Lo stesso articolo dichiara infine che nessuno può essere obbligato o costretto a prestare un giuramento contrario al proprio credo o alla propria religione, oppure in maniera contraria ad essi.

L’articolo 26 afferma che nessun ministro religioso può essere eletto o nominato come rappresentante o senatore.

Nel 2010 è stato emanato un codice di condotta per le successive elezioni generali. In base al provvedimento i candidati alla presidenza sono tenuti a sostenere i più alti principi morali in conformità con l’etica cristiana e non sono autorizzati a utilizzare la religione per aggiudicarsi il sostegno di qualsiasi individuo. I candidati sono altresì tenuti a rispettare i tempi in cui si svolgono le funzioni religiose in chiesa e a non interrompere l’esercizio pubblico del culto [2].

La “legge sull’istruzione” del 2006 regola le questioni relative all’educazione religiosa [3]. L’educazione religiosa deve far parte del programma scolastico di ogni scuola pubblica o privata. Se una scuola privata è posseduta o gestita da un’organizzazione religiosa, ma ammette studenti che non condividono la stessa fede, a questi ultimi non può essere richiesto di frequentare lezioni di religione o di prendere parte a cerimonie religiose.

Venerdì Santo, Pasqua, lunedì di Pentecoste e Natale sono festività nazionali [4].

Incidenti

Nell’ottobre 2017, nell’ambito del 38° anniversario dell’indipendenza dell’isola, l’Istituto Soiano per la Libertà Religiosa ha ringraziato e si è congratulato con il Paese per aver difeso il diritto alla libertà religiosa [5].

In base a fonti governative, Chiese e media locali, non vi sono stati riportati episodi di intolleranza, discriminazione o persecuzione legati a motivazioni religiose.

Prospettive per la libertà religiosa

Le prospettive per la libertà di religione a Saint Vincent e Grenadine sono positive, giacché in linea con l’edizione del 2016 di questo rapporto non sono stati segnalati incidenti.

Note / fonti

[1] Tutti gli articoli citati sono tratti da Costituzione di Saint Vincent e Grenadine del 1979, constituteproject.org,https://www.constituteproject.org/constitution/St_Vincent_and_the_Grenadines_1979.pdf?lang=en, (consultato il 31 marzo 2018).

[2] Tutti gli articoli citati sono tratti dal Codice di condotta per le elezioni del 2010 di Saint Vincent e Grenadine, Elezioni caraibiche, http://www.caribbeanelections.com/eDocs/articles/vc/vc_Election_Code_of_Conduct_2010.pdf, (consultato il 26 febbraio 2018).

[3] Legge sull’istruzione (capitolo 202), Ministero dell’Istruzione, riconciliazione nazionale e informazione (Saint Vincent e Grenadine), http://education.gov.vc/education/images/Stories/pdf/education_act_cap202-1.pdf, (consultato il 12 marzo 2018).

[4] “Festività pubbliche 2018”, Governo di Saint Vincent e Grenadine, http://www.gov.vc/images/pdf_documents/public-holidays-2018.pdf, (consultato il 4 marzo 2018).

[5] “Independence Message: Thusian Institute for Religious Liberty”, Thusian Institute for Religious Liberty Inc., iWitness News, 26 ottobre 2017, https://www.iwnsvg.com/2017/10/26/independence-message-thusian-institute-for-religious-liberty/, (consultato il 4 marzo 2018).

Riguardo a noi

Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN) è una Fondazione pontificia, Nata nel 1947, ogni anno sostiene più di 6mila progetti in oltre 140 Paesi nel mondo. Attraverso tre pilastri – informazione, preghiera e azione – ACN aiuta i cristiani ovunque essi siano perseguitati, oppressi o in difficoltà.