Religione

4.857.000Popolazione

51.100 Km2Superficie

Leggi il Rapporto
keyboard_arrow_down

homekeyboard_arrow_rightCosta Rica

Quadro giuridico relativo alla libertà religiosa ed effettiva applicazione

Il nome di Dio è invocato nel preambolo della Costituzione [1].

Gli articoli 25 e 26 dello stato di costituzione concedono il diritto di associarsi per scopi leciti e riunirsi pacificamente. Nessuno può essere costretto ad appartenere ad un’associazione: «Nessuno può essere disturbato o perseguitato per l’espressione delle proprie opinioni …». Secondo l’articolo 28, i membri del clero non possono impegnarsi nella propaganda politica basata sulla religione.

La Costituzione riconosce il Cattolicesimo romano come la religione di Stato, ma non si oppone al libero esercizio di altre credenze purché non contravvengano alle norme e ai costumi morali universali.

L’articolo 75 afferma che lo status del Costa Rica quale unico Stato confessionale
nell’America di lingua spagnola non impedisce in alcun modo altre espressioni religiose, a condizione che queste rientrino all’interno della legge.

In base all’articolo 131, per poter essere presidente o vicepresidente, i candidati devono, essere dei laici.

I pubblici ufficiali devono prestare il seguente giuramento, come previsto nell’articolo 194: «Giurate a Dio e promettete alla Patria, di osservare e difendere la Costituzione e le leggi della repubblica?»

La legge n. 6062 concede alla Conferenza episcopale cattolica del Costa Rica e a ciascuna delle diocesi lo status giuridico ufficiale e pieni diritti legali [2].

La legge sull’istruzione n. 2160 stabilisce che il sistema scolastico dovrebbe perseguire, tra le altre cose, lo sviluppo di valori etici e religiosi in conformità con le tradizioni cristiane. Uno degli obiettivi dell’istruzione primaria è di coltivare lo sviluppo spirituale, morale e religioso. Tutti gli studenti devono avere accesso a lezioni private indipendentemente dalle
differenze religiose [3].

Il Codice del lavoro (articolo 90, b) vieta ai minori di età inferiore ai 15 anni di lavorare, ad eccezione delle attività legate al culto religioso. Il codice stabilisce inoltre che le persone appartenenti a religioni diverse dal Cattolicesimo possono chiedere una sospensione dal lavoro per adempiere agli obblighi religiosi. I gruppi religiosi devono essere precedentemente registrati presso il Ministero degli Affari Esteri e Culto [4]. I matrimoni celebrati dalla Chiesa cattolica in conformità con il codice di diritto familiare
sono riconosciuti come contratti matrimoniali civili. L’articolo 25 recita: «I ministri celebranti […] sono considerati funzionari pubblici» [5].

Incidenti

Nel gennaio 2018, sono state pubblicate su Facebook delle immagini apparentemente
raffiguranti Gesù durante l’Ultima Cena. La conferenza episcopale ha definito questo come un «atto irrispettoso nei confronti della Santissima Eucaristia» [6].

Fino al 20 gennaio 2018, il Tribunale Supremo Elettorale (SET) ha ricevuto 31 reclami relativi alla religione in connessione con la campagna politica che ha portato alle elezioni presidenziali del 4 febbraio [7].

Nel febbraio 2018, il gruppo ebraico Bnai Brith del Costa Rica ha chiesto il rispetto e la tolleranza in risposta alla violenza verbale, alla discriminazione e agli attacchi anti-religiosi cui si è assistito durante il secondo turno di votazioni [8].

Il 6 marzo 2018, il Tribunale Supremo Elettorale ha stabilito che una dichiarazione congiunta della Chiesa cattolica e della Federazione dell’Alleanza Evangelica costituiva una minaccia per il libero esercizio del diritto al voto e ordinava loro di astenersi da questo tipo di azioni [9]. Il caso si riferisce a una dichiarazione rilasciata durante un giorno di preghiera tenuto da entrambe le organizzazioni prima delle elezioni. La sentenza affermava che «la libertà deve essere protetta da ogni influenza religiosa». Di conseguenza, «non è appropriato che, sotto la protezione di tali ruoli [di vescovi e di pastori] usino la loro influenza per condizionare la libera decisione degli elettori che condividono la loro ideologia» [10].

La stesura della proposta di legge sulla libertà di religione e di culto è ancora in sospeso. Il disegno di legge, che è stato introdotto nell’aprile 2014, mira a garantire i diritti specifici da concedere in relazione all’esercizio della libertà di religione. Prevede, tra le altre cose, misure intese a regolamentare le organizzazioni religiose, la loro autonomia e il loro culto [11].

Prospettive per la libertà religiosa

Il periodo esaminato include diversi episodi sintomatici di tensioni tra le autorità e le organizzazioni religiose. Da segnalare in questo contesto le sentenze della Corte interamericana e la sentenza del Tribunale supremo elettorale contro la Chiesa cattolica e la Federazione dell’Alleanza Evangelica. Le prospettive per la libertà di religiosa sono scarse nella misura in cui il diritto all’espressione religiosa nella sfera pubblica viene limitato.

Note / fonti

[1] Costituzione del Costa Rica del 1949 con emendamenti fino al 2011,constituteproject.org,
https://www.constituteproject.org/constitution/Costa_Rica_2011.pdf?lang=en, (consultato il 15
maggio 2018).

[2] Legge n. 6062, Repubblica del Costa Rica, articolo 1,
http://www.pgrweb.go.cr/scij/Busqueda/Normativa/Normas/nrm_texto_completo.aspx?param1=NR TC&nValor1=1&nValor2=11743&nValor3=12605&strTipM=TC, (consultato il 7 marzo 2018).

[3] Legge fondamentale dell'istruzione n. 2160, Repubblica di Costa Rica, articoli. 3,13,36,
http://www.pgrweb.go.cr/scij/Busqueda/Normativa/Normas/nrm_texto_completo.aspx?param1=NR TC&nValor1=1&nValor2=31427&nValor3=33152&strTipM=TC, (consultato il 7 marzo 2018).

[4] Codice del lavoro, Repubblica di Costa Rica, articoli 90, 148,
http://www.pgrweb.go.cr/scij/Busqueda/Normativa/Normas/nrm_texto_completo.aspx?nValor1=1 &nValor2=8045, (consultato il 7 marzo 2018).

[5] Codice di famiglia (Repubblica di Costa Rica), articolo 23,
http://www.tse.go.cr/pdf/normativa/codigodefamilia.pdf, (consultato il 7 marzo 2018).

[6] G. Granados, ‘Iglesia reprocha afiche de Piza en la Santa Cena’, La Prensa Libre, 8 gennaio 2018, https://www.laprensalibre.cr/Noticias/detalle/129123/iglesia-reprocha-afiche-de-piza-en-la-santa-cena, (consultato il 6 marzo 2018).

[7] S. Jiménez, ’31 denuncias por usar religión en campaña’, Diario Extra, 20 gennaio 2018,
http://www.diarioextra.com/Noticia/detalle/351195/31-denuncias-por-usar-religion-en-campana, (consultato il 6 marzo 2018).

[8] Bnai Brith Costa Rica, ’Una campaña sin odio y sin discriminación’, La Nación, 28 February
2018, https://www.nacion.com/opinion/foros/una-campana-sin-odio-y-sin-
discriminacion/4UWHUT25MNB2TIZXIMVB5EHUQE/story/, (consultato il 15 marzo 2018).

[9] A. Sequeira, ‘TSE: Manifiesto de iglesias católica y evangélicas amenazó libre ejercicio del voto’, La Nación, 6 marzo 2018, https://www.nacion.com/el-pais/politica/tse-manifiesto-de-iglesias-catolica-y-evangelicas/JGKSIAIYXNESLDQZAG4BIFO2NQ/story/, (consultato il 6 marzo 2018).

[10] G. Granados, ’Urgente: TSE condena a iglesias por usar religión con fines políticos’, La Prensa Libre, 6 marzo 2018, https://www.laprensalibre.cr/Noticias/detalle/131522/urgente:-tse-condena-a-iglesias-por-usar-religion-con-fines-politicos-, (consultato il 7 marzo 2018).

[11] ‘Disegno di Legge 19099’, Assemblea legislativa della Repubblica di Costa Rica,
http://www.asamblea.go.cr/Centro_de_Informacion/Consultas_SIL/Pginas/Detalle%20Proyectos%20de%20Ley.aspx?Numero_Proyecto=19099, (consultato il 16 marzo 2018).

Riguardo a noi

Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN) è una Fondazione pontificia, Nata nel 1947, ogni anno sostiene più di 6mila progetti in oltre 140 Paesi nel mondo. Attraverso tre pilastri – informazione, preghiera e azione – ACN aiuta i cristiani ovunque essi siano perseguitati, oppressi o in difficoltà.