Religione

527.000Popolazione

4.033 Km2Superficie

Leggi il Rapporto
keyboard_arrow_down

homekeyboard_arrow_rightCapo Verde

Quadro giuridico relativo alla libertà religiosa ed effettiva applicazione

Ex colonia portoghese, Capo Verde ha la più alta percentuale di cattolici tra i Paesi africani [1]. I protestanti e i gruppi pentecostali continuano ad aumentare il numero dei loro seguaci [2]. A causa dell emigrazione di massa che ha avuto luogo nella seconda metà del XX secolo, il numero dei capoverdiani che vivono all estero è quasi il doppio di quelli che vivono ancora a Capo Verde [3].

La libertà di religione e il diritto all autoespressione religiosa sono sanciti dalla Costituzione e dalle leggi di Capo Verde [4]. Non esiste una religione di Stato [5] e la Costituzione garantisce la separazione tra Chiesa e Stato. Per legge, ogni cittadino è libero di scegliere o di cambiare la propria religione, e una recente legge, ratificata il 16 maggio 2014, definisce ulteriormente il diritto di osservare liberamente il proprio credo e di offrire un’istruzione religiosa ai bambini.

Un accordo firmato da Capo Verde e dalla Santa Sede nel 2013, riconosce lo status giuridico indipendente della Chiesa cattolica e il suo diritto di svolgere liberamente attività missionarie. Il patto protegge anche i luoghi di culto cattolici e garantisce che i matrimoni religiosi abbiano lo stesso status dei matrimoni civili [6]. Tuttavia, il rapporto speciale tra lo Stato e la Chiesa cattolica non è universalmente apprezzato [7] .

Tutte le organizzazioni religiose e laiche sono tenute a registrarsi presso il Ministero della Giustizia e non sono autorizzate a sostenere violenza, illegalità, razzismo o dittature [8]. Non vi sono sanzioni in vigore per le organizzazioni che non si registrano, ma vi sono benefici per quelle che lo fanno. In linea di principio, nessuna religione gode di diritti speciali. La Chiesa cattolica esercita tuttavia una notevole influenza, essendo di gran lunga la più grande comunità religiosa del Paese.

Incidenti

Il Cristianesimo è saldamente radicato nella cultura di Capo Verde, ma le relazioni tra le diverse religioni sono essenzialmente prive di tensioni. Una fonte di grande gioia per molti cattolici è stata l elevazione del vescovo Arlindo Gomes Furtado alla carica di cardinale all inizio del 2015 [9]. Dopo la sua nomina a vescovo di Mindelo nel 2004, Gomes Furtado è diventato vescovo di Santiago nel 2009, l isola principale del Paese dove si trova la capitale Praia.

Prospettive per la libertà religiosa

Non vi sono stati cambiamenti significativi riguardanti la libertà religiosa o eventi di particolare interesse durante il periodo preso in esame [10] e non vi è motivo di credere che questa situazione possa cambiare radicalmente nel prossimo futuro. Tuttavia, l intera regione dell Africa occidentale sta vivendo un momento di grande cambiamento e l influenza dell iper-estremismo islamico a Capo Verde non può essere esclusa.

Note / fonti

[1] “Catholic Church in Republic of Cape Verde (Cape Verde)”, Gica Catholic,
http://www.gcatholic.org/dioceses/country/CV.htm, (consultato il 28 marzo 2018).

[2] Munzinger Archiv 2018, https://www.munzinger.de/search/start.jsp, (consultato il 27 marzo 2018).

[3] Ibid.

[4] Ufficio della democrazia, dei diritti umani e del lavoro, “Capo Verde”, Rapporto 2016 sulla libertà religiosa internazionale, Dipartimento di Stato statunitense,
https://www.state.gov/j/drl/rls/irf/religiousfreedom/index.htm#wrapper, (consultato il 28 marzo 2018).

[5] Ibid.

[6] Ibid.

[7] Ibid.

[8] Ibid.

[9] Deborah Castellano Lubov, “Pope Announces Names of 20 New Cardinals”, Zenit, 4 gennaio
2015, https://zenit.org/articles/pope-announces-names-of-20-new-cardinals/, (consultato il 28
marzo 2018).

[10] Ufficio della democrazia, dei diritti umani e del lavoro, op. cit.

Riguardo a noi

Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN) è una Fondazione pontificia, Nata nel 1947, ogni anno sostiene più di 6mila progetti in oltre 140 Paesi nel mondo. Attraverso tre pilastri – informazione, preghiera e azione – ACN aiuta i cristiani ovunque essi siano perseguitati, oppressi o in difficoltà.