Religione

36.286.000Popolazione

9.984.670 Km2Superficie

Leggi il Rapporto
keyboard_arrow_down

homekeyboard_arrow_rightCanada

Quadro giuridico relativo alla libertà religiosa ed effettiva applicazione

La Costituzione e le leggi del Canada garantiscono la libertà di coscienza e di religione, così come il pensiero, le convinzioni, le opinioni e l espressione [1], soggetti a «limiti ragionevoli prescritti dalla legge che possono essere dimostrabilmente giustificati in una società libera e democratica» [2]. I canadesi hanno il diritto a «pari protezione e uguale beneficio della legge senza alcuna discriminazione» basata sulla religione [3].

Le leggi federali e provinciali proibiscono le discriminazioni fondate sulla religione, permettono alle persone di citare in giudizio per le violazioni della libertà religiosa e prevedono compensazioni per i reclami [4].

I gruppi religiosi non sono tenuti a registrarsi presso il governo. Tuttavia, per ricevere lo status di esenzione fiscale i gruppi religiosi devono registrarsi come organizzazioni senza scopo di lucro presso l Agenzia delle Entrate del Canada [5]. Lo status di opera caritativa garantisce al clero l accesso ad una serie di benefici federali, quali le detrazioni fiscali per il clero residente e procedure di immigrazione più veloci.

La Costituzione garantisce il diritto delle minoranze protestanti e cattoliche ad
amministrare scuole confessionali finanziate con fondi pubblici. Gli emendamenti
costituzionali hanno abrogato questa garanzia nelle Province di Quebec, Terranova e Labrador e li hanno sostituiti con un sistema di istruzione pubblica laico. I fondi pubblici costituzionalmente protetti per le scuole cattoliche rimangono in Ontario, Alberta e Saskatchewan. La legge federale assicura l educazione delle minoranze cattoliche e protestanti finanziata con fondi pubblici nei Territori del Nord-Ovest, in Yukon e in Nunavut [6]. Sei delle 10 province forniscono finanziamenti almeno parziali ad alcune scuole religiose [7] . L’educazione in casa scuola domestica è legale in tutto il Canada e il sostegno finanziario è fornito ai genitori nelle Province di Saskatchewan, Alberta e
British Columbia [8].

Nel novembre 2016, un tribunale dell Ontario ha respinto la denuncia di un padre che riteneva la propria libertà religiosa fosse stata violata quando il consiglio scolastico non ha provveduto a fornire un preavviso sul programma di studi sull educazione sessuale offerto dalla scuola. L’uomo sosteneva che, senza preavviso, non aveva avuto le informazioni per determinare se il contenuto del corso fosse in conflitto con le sue opinioni cristiane. Il giudice ha respinto la denuncia, sostenendo che inclusione e uguaglianza vengono prima della «necessità di andare incontro alle esigenze religiose individuali da parte dell educazione pubblica» [9]. .

Alla fine di novembre 2017 la Corte Suprema ha valutato il caso della Trinity Western University che contestava il rifiuto da parte delle società di legge di ammettere laureati della sua facoltà di legge, a causa del Patto comunitario accettato dai suoi studenti, nel quale si afferma che l intimità sessuale deve essere limitata alla tradizionale definizione di matrimonio. Gli organismi che concedono la licenza da avvocato della British Columbia, dell Ontario e della Nuova Scozia hanno affermato che ritenevano il patto era discriminatorio per la comunità LGBT +. La Corte suprema ha ascoltato due ricorsi insieme: uno della Law Society della British Columbia e uno della TWU [10]. Gli avvocati della Trinity Western University hanno sostenuto che una sentenza contro l università «potrebbe in definitiva avere un impatto su tutte le scuole, organizzazioni di beneficenza e organizzazioni basate sulla fede» [11]. Una decisione era prevista per la tarda primavera o l estate del 2018.

Nel marzo 2018, un tribunale ha respinto un ricorso, contro le disposizioni che vietano la poligamia nel Codice penale [12] da due membri della Chiesa fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, che erano stati riconosciuti colpevoli di poligamia nella Columbia Britannica a luglio 2017 [13]. I due uomini avevano presentato ricorso ritenendo le disposizioni una violazione del loro diritto alla libertà religiosa.

Nell ottobre 2017 la Provincia del Quebec ha approvato una legge che vieta alle persone che danno o ricevono servizi pubblici di indossare indumenti che coprono il volto, «in modo da garantire una comunicazione di qualità tra le persone, consentire la verifica della loro identità e per motivi di sicurezza» [14]. La legge stabilisce anche le circostanze in base alle quali possono essere concessi «accomodamenti per motivi religiosi», ovvero se «la richiesta è seria», «è coerente. . . con la neutralità religiosa», e «ragionevole al fine di non
imporre ingiuste difficoltà» [15].

Diversi gruppi hanno contestato la legge dopo che questa è passata e nel dicembre 2017, un giudice del Quebec ha sospeso il divieto di copertura finché la provincia non avesse stabilito linee guida chiare per gli accomodamenti di carattere religioso [16].

Nel giugno 2016, una coalizione di gruppi che rappresentano più di 4.700 medici cristiani ha presentato una richiesta di revisione giudiziaria relativa all’imposizione da parte delle autorità dell Ontario, che essi indirizzino i pazienti a medici disposti a fornire la morte assistita. I medici richiedenti sostengono che così facendo si renderebbero complici dell atto e che dunque tale imposizione violerebbe le garanzie costituzionali di libertà di coscienza e religione. Il ricorso ha seguito l emanazione di una legge federale che legalizzava la morte assistita, ma con una disposizione che prevedeva l’obiezione di coscienza. L'Ontario era l unica provincia a richiedere un rinvio ad un altro medico piuttosto che ad un registro [17].

Il 31 gennaio 2018 il tribunale ha concordato che la richiesta dell Ontario violasse «il diritto della libertà religiosa» dei medici, aggiungendo tuttavia che la violazione era giustificata dall importanza di fornire l accesso al servizio. Il presidente di una delle organizzazioni di medici ha così commentato: «Questa decisione … suona una campana d allarme per tutti gli operatori sanitari e residenti dell ;Ontario, avvertendoli che la loro libertà di religione e coscienza potrebbe essere messa a repentaglio» [18].

Una coalizione di leader musulmani, ebrei e cristiani si è incontrata con funzionari governativi nel marzo 2018 per opporsi alla procedura di richiesta di finanziamento del Canada Summer Jobs la quale richiede che «sia il lavoro che il mandato principale dell organizzazione rispettino i diritti umani individuali in Canada, compresi i valori alla base della Carta dei diritti e delle libertà del Canada… [la quale include] i diritti riproduttivi [es aborto]» [19]. I leader hanno così scritto in una lettera del gennaio 2018: «La promessa di una società libera e democratica è che non vi siano prove o condizioni religiose o ideologiche per ricevere benefici o protezione da parte del governo» [20]. Un ricorso costituzionale al Tribunale federale era prevista nel giugno 2018 [21].

Incidenti

Le cifre ufficiali relative ai crimini di odio registrati dalla polizia nel 2016 (la casistica più recente disponibile al momento della stesura di questo rapporto) includevano 221 delitti ritenuti motivati dall antisemitismo. Le organizzazioni della società civile hanno riferito all Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) 171 episodi antisemiti, con 160 attacchi contro la proprietà, una minaccia e 10 aggressioni violente contro le persone [22].

La B nai B rith Canada League per i diritti umani ha ricevuto 1.728 segnalazioni relative ad incidenti antisemiti nel 2016, segnando un aumento del 26 percento rispetto all anno precedente e il più alto numero di incidenti da quando B nai B rith ha iniziato la sua indagine [23].

I soli incidenti verificatisi in Ontario nel 2016 includevano: un uomo arrestato per aver minacciato la comunità ebraica a giugno; svastiche dipinte su un cartellone a luglio; e in novembre una svastica dipinta sulla porta dell’abitazione di un rabbino [24].

Nel novembre 2016 a Ottawa, nell’arco di una settimana sono state vandalizzate con
graffiti antisemiti una scuola ebraica, una sinagoga e la casa di un rabbino. Anche una moschea e una chiesa sono state colpite [25].

Diversi graffiti contenenti affermazioni antisemite, tra cui la frase «Hitler aveva ragione», hanno imbrattato un cavalcavia dell autostrada per Toronto. Questi sono stati segnalati in estate e all inizio dell autunno del 2017 [26].

Sinagoghe a Toronto, Edmonton, Montreal, Hamilton e Calgary hanno ricevuto lettere di odio nel dicembre 2017. Le unità della polizia dedicate ai crimini d’odio di queste città stanno coordinando gli sforzi per indagare [27].

Nel marzo del 2018 il proprietario di una stazione di servizio di Montreal si è scusato con un cliente ebreo dopo che un dipendente aveva insultato l uomo con un linguaggio antisemita. L impiegato è stato licenziato [28].

Le cifre ufficiali relative ai crimini di odio registrati dalla polizia nel 2016 includevano 139 crimini anti-islamici: il Consiglio nazionale dei musulmani canadesi ha presentato all OSCE dati su 43 episodi anti-islamici [29].

Lo stesso Consiglio riferisce che durante il 2016 si sono verificati diversi incidenti: a giugno a Quebec City è stata lasciata una testa di maiale in una moschea; a giugno in Ontario una donna musulmana con il velo è stata insultata, le hanno sputato addosso e le hanno tirato il velo mentre faceva shopping; a luglio un fucile ad aria compressa è stato usato per sparare attraverso una finestra di una moschea dell Ontario mentre i bambini vi studiavano dentro; una moschea di Vancouver è stata colpita a settembre dal tentativo di appiccare un incendio doloso; in ottobre, la porta a vetri di un centro islamico nel sud di
Calgary è stata infranta, una copia del corano bruciata e una lettera di odio è stata lasciata sulla scena; a novembre, il capo di un organizzazione musulmana, con sede in Quebec, ha ricevuto minacce di morte [30].

Il 29 gennaio 2017, Alexandre Bissonnette, una studentessa universitaria di 27 anni [31], ha aperto il fuoco all interno del Centro Culturale Islamico del Quebec durante le preghiere serali. Sei uomini sono stati uccisi e cinque sono stati gravemente feriti. Il 28 marzo 2018 la Bissonnette è stata dichiarata colpevole di sei omicidi di primo grado e sei tentati omicidi [32].

Un uomo è stato arrestato nel marzo 2017 dopo che una lettera contenente una minaccia di bombardamento indirizzata agli studenti musulmani della Concordia University è stata inviata ai mezzi di comunicazione di Montreal [33].

Nel luglio 2017 [34], lo stesso Centro Culturale Islamico del Quebec, in cui sei persone sono state uccise nel gennaio 2017, ha ricevuto un pacchetto contenente un Corano deturpato e una nota in cui si affermava che la comunità musulmana avrebbe dovuto utilizzare una fattoria di maiali come cimitero. Ad agosto, l auto del presidente del centro è stata incendiata e le porte del centro sono state imbrattate con escrementi [35].

Nel dicembre 2017 un colombiano, scambiato per musulmano, è stato picchiato con una mazza da baseball e insultato da un uomo che urlava «ISIS» (Stato islamico o Daesh) e «terrorista» [36].

Nel febbraio 2018, l’insegna esterna di un centro islamico, che era in costruzione, è stata deturpata con graffiti denigratori facenti riferimento ad ISIS [37].

Le cifre ufficiali relative ai crimini di odio registrati dalla polizia nel 2016 (la più recente disponibile al momento della stesura) includevano 27 crimini motivati da pregiudizi nei confronti dei cristiani [38].

Un uomo è stato accusato di incendio doloso dopo che aveva lanciato una «piccola
bomba incendiaria» attraverso la finestra di una chiesa a Toronto il mattino di Pasqua del 2017 [39].

Due chiese in Ontario sono state vandalizzate con graffiti nell agosto 2017, una con un messaggio razzista e la seconda con le parole «Stato Islamico» [40].

Nel novembre 2017, una chiesa nella British Columbia è stata deturpata con le parole «Uccidi tutti i cristiani», meno di una settimana dopo che 26 persone erano state uccise in una chiesa battista in Texas. È stato il secondo incidente di vandalismo in una settimana [41]. Una chiesa della British Columbia è stata vandalizzata con sangue finto nel novembre 2017 dopo essere stata oggetto di precedenti atti di vandalismo in agosto [42].

A fine novembre 2017, una piccola chiesa del New Brunswick è stata attaccata da vandali che hanno rotto le finestre, danneggiato i mobili, calpestato le ostie per la comunione e distrutto il pianoforte [43].

Nella Pasqua 2018 sono stati scoperti atti di vandalismo che riguardavano volgari
messaggi anticristiani dipinti su due chiese cattoliche ad Halifax [44].

Prospettive per la libertà religiosa

Nuove o maggiori restrizioni governative alla libertà religiosa riscontrate durante il periodo in esame potrebbero avere nei prossimi due anni un impatto negativo sia sulla religione di maggioranza che su quelle minoritarie. Sembra esservi un aumento del rischio di intolleranza sociale contro le religioni minoritarie, alcune delle quali possono rappresentare una reazione al terrorismo globale o conflitti geopolitici attribuiti a gruppi religiosi, così come sentimenti anti-immigrazione in Canada.

Note / fonti

[1] Carta dei diritti e delle libertà canadesi, Sezione 2, Parte I della Legge costituzionale, 1982,
constituteproject.org, https://constituteproject.org/constitution/Canada_2011?lang=en, (consultato il 15 marzo 2018).

[2] Ibid, Sezione 1.

[3] Ibid, Sezione 15.

[4] Ufficio della democrazia, dei diritti umani e del lavoro, “Canada”, Rapporto 2016 sulla libertà
religiosa internazionale, Dipartimento di Stato statunitense,
https://www.state.gov/j/drl/rls/irf/religiousfreedom/index.htm#wrapper, (consultato il 21 marzo 2018).

[5] Ibid.

[6] Ibid.

[7] Ibid.

[8] D. Van Pelt, “Homeschooling in Canada continues to grow”, Fraser Forum: The Fraser
Institute Blog, 15 agosto 2017, https://www.fraserinstitute.org/blogs/homeschooling-in-canada-
continues-to-grow, (consultato il 30 marzo 2018).

[9] M. Yawar, “Court rejects Hamilton dad’s fight to get warnings from school board over ‘false
teachings’”, CBC News, 28 novembre 2016, http://www.cbc.ca/news/canada/hamilton/court-
rejects-hamilton-dad-s-fight-to-get-warnings-from-school-board-over-false-teachings-1.3870555, (consultato il 30 marzo 2018).

[10] C. Hennig, “Trinity Western University heads to Supreme Court of Canada over fate of
proposed law school”, CBC News, 30 novembre 2017, http://www.cbc.ca/news/canada/british-
columbia/trinity-western-university-law-case-in-supreme-court-1.4425028, (consultato il 30
marzo 2018).

[11] D. Gyapong, “Religious freedom ‘on an abyss of revolutionary change’, lawyers warn”, The
Catholic Register, 5 dicembre 2017, https://www.catholicregister.org/item/26464-religious-
freedom-on-an-abyss-of-revolutionary-change-lawyers-warn, (consultato il 30 marzo 2018).

[12] Codice penale 1985 (R.S.C., 1985, c. C-46), sezione 293, http://laws-
lois.justice.gc.ca/eng/acts/C-46/section-293.html, (consultato il 30 marzo 2018).

[13] G. Karstens-Smith, “B.C. judge rejects constitutional challenge of polygamy law”, The Star, 9
marzo 2018, https://www.thestar.com/news/canada/2018/03/09/bc-judge-to-deliver-ruling-in-constitutional-challenge-of-canadian-polygamy-laws.html, (consultato il 22 marzo 2018).

[14] Una legge per favorire l'aderenza alla neutralità religiosa dello Stato e, in particolare, fornire un quadro per le richieste di accomodamento per motivi religiosi in alcuni organi 2017, sezione 1;http://www2.publicationsduquebec.gouv.qc.ca/dynamicSearch/telecharge.php?type=5&file=20 17C19A.PDF, (consultato il 22 marzo 2018).

[15] Ibid, Sezione 11.

[16] “Judge strikes down key provision of controversial Quebec law that bans face-coverings”, The Star, 1 ° dicembre 2017, https://www.thestar.com/news/canada/2017/12/01/judge-strikes-down-key-provision-of-controversial-quebec-law-that-bans-face-coverings.html, (consultato il 22 marzo 2018).

[17] S. Fine, “Christian doctors challenge Ontario’s assisted-death referral requirement”, The Globe and Mail, 24 marzo 2017, https://www.theglobeandmail.com/news/national/christian-doctors-challenge-ontarios-assisted-death-referral-policy/article30552327/, (consultato il 25 marzo 2018).

[18] “Statement on Court Ruling January 31, 2018”, Canadian Federation of Catholic Physicians’
Societies, 1 ° febbraio 2018, https://canadiancatholicphysicians.com/statement-on-court-ruling-jan-31-2018/, (consultato il 25 marzo 2018).

[19] B. Platt, ‘“Extremely disappointed’: Religious groups meet with minister on summer jobs
program, but no compromise coming”, National Post, 28 marzo 2018,
http://nationalpost.com/news/politics/extremely-disappointed-religious-groups-meet-with-
minister-on-summer-jobs-program-but-no-compromise-coming, (consultato il 2 aprile 2018); A.
Wherry, “Labour Minister holds the Liberal line on abortion and Canada Summer Jobs” CBC, 24
gennaio 2018, http://www.cbc.ca/news/politics/summer-jobs-abortion-hajdu-analysis-wherry-
1.4499907 (consultato il 9 maggio 2018).

[20] M. Swan, “Interfaith leaders ask Canada to drop attestation for summer jobs funding”, National Catholic Reporter, 26 gennaio 2018, https://www.ncronline.org/news/people/interfaith-leaders-
ask-canada-drop-attestation-summer-jobs-funding, (consultato il 2 aprile 2018).

[21] B. Platt, op. cit.

[22] Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani, 2016 Report sui crimini d'odio – Canada, Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa,
http://hatecrime.osce.org/canada?year=2016 (consultato il 27 marzo 2018).

[23] Lega per i diritti umani, Audit annuale degli incidenti antisemiti 2016, B’nai Brith Canada, p. 11,

https://d3n8a8pro7vhmx.cloudfront.net/bnaibrithcanada/pages/394/attachments/original/1494343 121/Audit_Final_2016.pdf?1494343121, (consultato il 27 marzo 2018).

[24] Ibid, page 12.

[25] S. Sherring, “Young man arrested in racist graffiti attacks”, Ottowa Sun, 19 novembre 2016,
http://ottawasun.com/2016/11/19/young-man-arrested-in-early-morning-racist-graffiti-
attack/wcm/e4f40012-70bd-407e-97a2-35e343fdbc97, (consultato il 27 marzo 2018).

[26] “More anti-Semitic graffiti painted on Hwy. 400 overpass”, CityNews, 7 settembre 2017,
http://toronto.citynews.ca/2017/09/07/anti-semitic-graffiti-painted-hwy-400-overpass/,
(consultato il 27 marzo 2018).

[27] “2 Edmonton synagogues receive anti-Semitic hate mail sent across Canada”, CBC, 19 dicembre 2017, http://www.cbc.ca/news/canada/edmonton/edmonton-synagogues-hate-mail-1.4457424, (consultato il 27 marzo 2018).

[28] “Montreal Gas Station Employee Fired over Alleged Anti-Semitism”, The Canadian Jewish
News, 28 marzo 2018, http://www.cjnews.com/news/canada/montreal-gas-station-employee-fired-over-alleged-anti-semitism, (consultato il 2 aprile 2018).

[29] Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani, 2016 Report sui crimini d'odio –Canada, op. cit.

[30] Ibid.

[31] “Who is Quebec mosque attack suspect Alexandre Bissonnette?”,BBC, 31 gennaio 2017,
http://www.bbc.com/news/world-us-canada-38810695, (consultato il 24 aprile 2018).

[32] “Alexandre Bissonnette pleads guilty to Quebec mosque attack”, BBC, 28 marzo 2018,
http://www.bbc.com/news/world-us-canada-43564126, (consultato il 2 aprile 2018).

[33] “Man arrested after Concordia University bomb threat targeting Muslim students”, CBC, 2
marzo 2017, http://www.cbc.ca/news/canada/montreal/montreal-police-threat-concordia-
1.4004671, (consultato il 28 marzo 2018).

[34] “Defaced Qur'an, hateful note sent to Quebec City mosque where January shootings occurred”, CBC, 19 luglio 2017, http://www.cbc.ca/news/canada/montreal/quebec-city-mosque-hate-package-1.4211778, (consultato il 2 aprile 2018).

[35] “Head of Quebec City mosque latest target in apparent string of hate crimes”, Montreal Gazette, 30 agosto 2017, http://montrealgazette.com/news/local-news/torched-car-belongs-to-president-of-islamic-cultural-centre-of-quebec, (consultato il 28 marzo 2018).

[36] K. Dubinski, “Man in southwestern Ontario charged after family attacked with bat amid shouts of ‘ISIS’”, CBC, 8 dicembre 2017, http://www.cbc.ca/news/canada/london/family-attacked-bat-yelling-isis-st-thomas-1.4439437, (consultato il 28 marzo 2018).

[37] D. Thurton, “Sign outside Fort McMurray Islamic centre defaced”, CBC, 14 febbraio 2018,
http://www.cbc.ca/news/canada/edmonton/fort-mcmurray-islamic-centre-graffiti-1.4534316,
(consultato il 20 marzo 2018).

[38] Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani, 2016 Report sui crimini d'odio – Canada, op. cit.

[39] “Man arrested in wake of Toronto church fire on Easter Sunday”, The Catholic Register, 18
aprile 2017, https://www.catholicregister.org/item/24903-toronto-man-search-for-suspect-in-
church-fire-on-easter-sunday, (consultato il 18 marzo 2018).

[40] “Church vandalized with spray-paint; police investigating”, CTV Kitchener, 30 agosto 2017,
https://kitchener.ctvnews.ca/guelph/church-vandalized-with-spray-paint-police-investigating-
1.3569165, (consultato il 22 marzo 2018).

[41] J. Smith, “B.C. church defaced with disturbing anti-Christian graffiti”, The Abbotsford News, 17 novembre 2017, https://www.abbynews.com/news/b-c-church-defaced-with-disturbing-anti-christian-graffiti/, (consultato il 22 marzo 2018).

[42] S. Anderson, “Precious Blood Parish victim to ‘bloody; vandalism attacks”, Surrey Now-
Leader, https://www.surreynowleader.com/news/precious-blood-parish-victim-to-bloody-
vandalism-attacks-2/, (consultato il 22 marzo 2018).

[43] “Offers of help pour in after vandals smash up tiny N.B. church”, CTV News, 27 novembre
2017, https://www.ctvnews.ca/canada/offers-of-help-pour-in-after-vandals-smash-up-tiny-n-b-
church-1.3696479, (consultato il 22 marzo 2018).

[44] S. Bradley, “Halifax churches desecrated by Easter morning graffiti”, CBC, 1 ° aprile 2018,
http://www.cbc.ca/news/canada/nova-scotia/halifax-church-easter-graffiti-1.4601515, (consultato il 2 aprile 2018).

Riguardo a noi

Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACN) è una Fondazione pontificia, Nata nel 1947, ogni anno sostiene più di 6mila progetti in oltre 140 Paesi nel mondo. Attraverso tre pilastri – informazione, preghiera e azione – ACN aiuta i cristiani ovunque essi siano perseguitati, oppressi o in difficoltà.